Via A. Frank, 75 - 47521 Cesena (FC) Tel. 0547 384746 Fax 0547 638892

E-Mail: fomm09400t@istruzione.it PEC: fomm09400t@pec.istruzione.it

Come già anticipato nella Circ. n. 20 del 4 ottobre 2013, con la presente si conferma la convocazione degli insegnanti per il Collegio Docenti Tematico nell’ambito delle nuove Indicazioni per il curricolo 2012 che si terrà presso l’AULA MAGNA “BEATRICE BRATTI” DELLA SEDE “TITO MACCIO PLAUTO” martedì 22 ottobre 2013 dalle ore 16.30 alle ore 19.00 come da volantino allegato.

Il Collegio Docenti Tematico in oggetto (aperto ai rappresentanti di altri Collegi Docenti del primo ciclo della nostra provincia) è funzionale, ai sensi delle nuove Indicazioni nazionali, all’elaborazione dei curricoli di Istituto e dei Piani dell’Offerta Formativa di ogni istituzione scolastica rappresentata e nasce a seguito della stretta collaborazione che ha visto coinvolto questo Istituto, la Questura e l’Ufficio Scolastico Territoriale di Forlì Cesena che, in modo sinergico, hanno cooperato anche al fine della preparazione/attuazione della prima giornata provinciale per la legalità.

Come riportato dalle Indicazioni Nazionali 2012 del MIUR per il curricolo scolastico dai 3 ai 14 anni:

- tenuto conto che, “in un tempo molto breve, abbiamo vissuto il passaggio da una società relativamente stabile a una società caratterizzata da molteplici cambiamenti e discontinuità. […] e che il paesaggio educativo è diventato estremamente complesso”;

- preso atto che “la scuola è perciò investita da una domanda che comprende, insieme, l’apprendimento e il saper stare al mondo. E per potere assolvere al meglio alle sue funzioni istituzionali, è da tempo chiamata a occuparsi anche di altre delicate dimensioni dell’educazione”;

- considerato infine che “l’intesa tra adulti non è più scontata e implica la faticosa costruzione di un’interazione tra le famiglie, la scuola (e le Istituzioni n.d.r.), cui tocca, ciascuno con il proprio ruolo, esplicitare e condividere i comuni intenti educativi”;

è risultato immediato, in occasione della Ia giornata provinciale della Legalità, da parte dell’Istituto “Via Anna Frank” di Cesena, della Questura e dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Forlì-Cesena, proporre in maniera sinergica e condivisa un momento di confronto a partire dalle parole chiave:  

CITTADINANZA, PERSONA E SCUOLA.

Su tali temi, dopo i saluti delle Autorità, l’incontro vedrà gli interventi dei seguenti relatori: Giancarlo Cerini (Componente del Comitato Scientifico Nazionale per l’attuazione delle Indicazioni nazionali per il Curricolo 2012, Felice Carugati (Università di Bologna Facoltà di Psicologia), Vincenzo Andreucci (già Giudice del Tribunale di Pesaro), Maria Gabriella Di Pentima (Direttore della Scuola Forense dell'Ordine di Forlì-Cesena).

Commenti (1)
Commento di Giancarlo Cerini pubblicato su Facebook
1Mercoledì, 23 Ottobre 2013 16:53
Amaducci Jaime Enrique
Pomeriggio intenso a Cesena (Aula Magna, Scuola Media Plauto) per un confronto sul tema “Cittadinanza, persona e scuola”. In collaborazione con la Polizia di Stato. Temi apparentementi “alti” e “scontati”, ma che si sono arricchiti via con le testimonianze dei relatori. La premessa delle Indicazioni/2012 (persona, nuovo umanesimo, unitarietà del sapere) deve dialogare con le discipline e la classe deve trasformarsi in un ambiente ove “vivere” esperienze reali di apprendimento collaborativo (Cerini). C'è quasi un ritmo fisiologico nelle “regole” della vita quotidiana (riposo, pasti, autonomia, domande, linguaggio) che diventeranno “regole” di comportamento (giustizia, equità, limiti), che l'adulto deve saper far crescere e strutturare attraverso l'argomentazione (Carugati). Oltre la cittadinanza formale e quella sostanziale, c'è una cittadinanza vissuta, che si nutre del riferimento ai valori forti della costituzione, come libertà, uguaglianza, ma soprattutto “solidarietà” da testimoniare a scuola (Andreucci). Le regole si consolidano attraverso il dialogo scuola e famiglie, da confermare in un progetto educativo condiviso, che sappia andare oltre l'esasperazione della perfezione che sembra caratterizzare una società troppo frettolosa (Di Pentima). [...] attorno allo stesso tavolo testimoni diversi (dal questore al provveditore, dal giudice al docente universitario, dall'avvocato all'ispettore scolastico), animati da un comune sentire educativo.