Via A. Frank, 75 - 47521 Cesena (FC) Tel. 0547 384746 Fax 0547 638892

E-Mail: fomm09400t@istruzione.it PEC: fomm09400t@pec.istruzione.it

In seguito all'esperienza del recente viaggio in Francia (Avignone, Arles, Nime) che ha visto coinvolti i ragazzi della sede Tito Maccio Plauto ed in attesa delle prossime fasi (tra cui il viaggio di istruzione in Provenza dei ragazzi della sede di San Giorgio) previste nell'ambito dello scambio culturale tra il nostro Istituto e la comunità francese, ci prepariamo ad accogliere oggi i ragazzi dell'Institut Saint Charles di Vienne (Lione).

Come previsto dal programma arriveranno con i propri insegnanti alla Sede Anna Frank intorno alle 19.00 e saranno accolti dai nostri alunni della classe 3^B, dai loro genitori e dagli insegnanti.

Dopo la presentazione dei ragazzi francesi al proprio corrispondente, ci sarà presso la sede Frank la cena a base di pizza offerta dai nostri genitori che si ringraziano per la preziosa collaborazione così pure come si ringrazia Antonella Fantini per il suo supporto logistico. A seguito della pizzata ci sarà la sistemazione presso le famiglie italiane che ospiteranno i ragazzi francesi durante il loro soggiorno.

Oltre che ai ragazzi ed ai loro genitori, un grazie sentito agli insegnanti che da anni conducono le esperienze di scambio culturale con la Francia, in particolare: Roberta Casadei, Maria Chiara Giovannini, Alice Ortolani ed il personale scolastico che con passione si rende sempre disponibile al fianco dei docenti e dei ragazzi. 

Un caro saluto a tutti e un caloroso benvenuto ai ragazzi francesi ed ai loro insegnanti!!!

Il Dirigente Scolastico, Jaime Enrique Amaducci

 

Scambio culturale tra Italia & Francia... Perchè?

Lo scambio culturale si presenta come una tappa naturale e fondamentale in quel processo di conoscenza diretta della cultura e lingua straniere già avviato tramite la corrispondenza elettronica, che ha come finalità “la crescita personale dei partecipanti attraverso l’ampliamento degli orizzonti culturali e l’educazione alla comprensione internazionale e alla pace” (Circ. min. n. 455 – 18 novembre 1998). Il progetto si prefigge il raggiungimento dei seguenti obiettivi:

a)Obiettivi educativi:

  • promuovere la crescita personale degli alunni partecipanti attraverso l’ampliamento degli  orizzonti culturali, sociali ed umani;
  • portare l’alunno a prendere coscienza della propria realtà socioculturale tramite il contatto e il confronto diretto con una realtà sociale e scolastica straniera, questi ultimi resi possibili dal soggiorno nelle famiglie (scambio reciproco di ospitalità tra studenti) e dall’inserimento degli alunni nelle classi corrispondenti della scuola ospitante;
  • contribuire a creare la coscienza di un’appartenenza che superi i confini nazionali,  attraverso la conoscenza delle culture, abbattendo i pregiudizi e smascherando gli stereotipi, verso la realizzazione concreta di una cittadinanza europea.
  • promuovere il lavoro di gruppo;

b)Obiettivi trasversali:

  • educazione interculturale;
  • educazione all’ambiente

c) Obiettivi linguistici:

  • migliorare pronuncia e intonazione;
  • arricchire le proprie conoscenze linguistiche con nuove espressioni e strutture, in particolare quelle appartenenti alla vita quotidiana e al linguaggio dei giovani.