Via A. Frank, 75 - 47521 Cesena (FC) Tel. 0547 384746 Fax 0547 638892

E-Mail: fomm09400t@istruzione.it PEC: fomm09400t@pec.istruzione.it

Cari ragazzi,

oggi avete iniziato gli esami di terza, con la prova scritta di italiano. È il vostro primo esame che chiude il percorso del primo ciclo scolastico per poi aprire il secondo, alla scuola superiore.

Siete veramente tanti. Ben 317 alunni nelle 13 classi terze (6 all’A. Frank, 5 alla T. M. Plauto e 2 a S. Giorgio); aggiunti ai 66 “grandicelli” delle classi del CTP per Adulti, arrivate fino a 383 candidati.

Anche se sono stato nominato Presidente di commissione d’esame in un’altra scuola, a Gatteo, vi penso fortemente. Cerco di immaginare le vostre emozioni, le vostre paure, i vostri pensieri, i vostri sogni.

Oggi, girando tra i banchi della scuola di Gatteo, in cui si sente ancora forte lo spirito e la passione di un grande amico precocemente scomparso (il Dirigente…, ma non solo, Gianfranco Zavalloni) mentre i ragazzi trasformavano in parole scritte i loro pensieri, son tornato indietro nel tempo e ho rivissuto il mio giorno d’esame alla scuola media… Quanto tempo è passato.

Un tempo che scorre, inesorabilmente, e che (come per l’appunto leggevo nei fogli su cui molti alunni hanno riportato una parte delle proprie storie di Vita) molti di voi desiderano…

“…Non vedo l’ora di passare l’esame. Sono passati tre anni e sono cambiato. Finalmente… Il motorino”. Un tempo che viene però anche guardato con diffidenza… “Dalla prima sono cambiate tante cose intorno a me. Sto diventando grande. Odio il tempo che passa e le responsabilità che si fanno avanti ma è giusto così. Non posso restare bambina per sempre.”

Un tempo che viene atteso… “Il prossimo anno cambierà la mia vita a scuola. Chissà cosa succederà ma sono sicuro che io e il mio migliore amico ci divertiremo alla scuola superiore che abbiamo scelto insieme…” Parole, emozioni, paure, storie, sogni…

Leggevo curioso e cercavo di immaginare quello che anche voi, nelle sedi di Via Anna Frank, stavate scrivendo. Dietro ad ognuno dei vostri temi ci sono tracce di Vita, quella Vita che negli ultimi tre anni avete vissuto, portato, nelle nostre scuole… Grazie.

Non voglio dilungarmi oltre, credo che mi abbiate capito… In bocca al lupo ragazzi! Date il meglio di voi.

In questo anno speciale, il mio in bocca al lupo va anche ai vostri compagni più grandi che, come voi in questi giorni, diedero l’esame di terza nel giugno del 2008. Il mio primo anno di servizio come preside nelle scuole di Via Anna Frank… Fra pochi giorni, dopo cinque anni di superiori, anche molti di loro sosterranno un esame di stato… L’esame di maturità.

Quanto tempo è passato… Quante emozioni. Vi sono vicino con il pensiero e con il cuore.

In bocca al lupo! Buon tutto.

Jaime Enrique Amaducci

 

Siamo nell’epoca del tempo senza attesa. […] Non abbiamo più il tempo di attendere, […] vogliamo “tutto e subito”. […] Sapremo ritrovare tempi naturali? Sapremo attendere una lettera? Sapremo piantare una ghianda o una castagna sapendo che saranno i nostri pronipoti a vederne la maestosità secolare? Sapremo aspettare? Si tratta di intraprendere un nuovo itinerario educativo”. (Gianfranco Zavalloni)